Corso di Formazione alla Polis: Politiche Estere, Sicurezza e Difesa

Ott 28, 2018
Posted in Geopolitica
Ott 28, 2018 Michele Maffei

Corso di formazione alla polis: Politiche Estere, Sicurezza e Difesa.

LogoDEF CorsoPolis

Iscriviti entro il 15 novembre 2018 per accedere agli incontri bonus  >clicca qui<

Perché ora?

Chi si trova nella condizione di dover fare scelte decisive in ambito produttivo e soprattutto nella gestione della Cosa Pubblica deve oggi confrontarsi con la complessità dei fenomeni e con la rapidità dei cambiamenti che, se una volta si accompagnavano al cambio generazionale, oggi, diversamente, si sviluppano in tempi rapidissimi.

Il progressivo processo di globalizzazione porta con sé una interdipendenza dall’altro più stretta che in passato, non solo nella definizione dei fenomeni ma anche nelle ricadute di ogni scelta.

È necessario, in questo panorama, acquisire la capacità di comprendere i fenomeni sociali e storici dei quali siamo parte, sia come semplici cittadini che come attori nel campo politico, economico e sociale.

Diventa decisivo poter disporre di un quadro generale ma sintetico delle tematiche nelle quali ci si trova a operare ma, soprattutto, acquisire o consolidare la capacità di individuare gli elementi strategici che consentano di comprendere il contesto e adottare le soluzioni più efficaci per anticipare, determinare o governare i cambiamenti.

È indispensabile sviluppare la consapevolezza del fatto che la scelta non è mai un fatto solo tecnico ma si caratterizza, soprattutto nella gestione della Cosa Pubblica, per il suo marcato contenuto etico.

Per questo, e per tante altre ragioni, abbiamo creato un luogo di approfondimento, scambio e condivisione di informazioni, visioni e idee.

Chi coordina e organizza?

loghi-associazione-hut8

Dialogare delle complessità non è cosa facile e quindi il sistema associativo LAR Libera Accademia di Roma/Università Popolare dello Sport, raccogliendo la sollecitazione dell’Associazione HUT8 – Progettare l’invisibile, ha strutturato un Corso di Formazione alla Polis, pensato proprio allo scopo di offrire conoscenze e strumenti per chi, associazione omega

come attore, o cittadino attivo nel campo politico, economico e sociale, voglia comprendere meglio il presente, e migliorare l’efficacia del proprio contributo alla Polis.

Il corso si avvale anche della cooperazione dell’associazione OMeGA.

Chi guida il dialogo?

conversatori corso difesa

Conversatori

Amedeo Osti Guerrazzi

Storia dell’esercito italiano dall’Unita d’Italia a oggi

Storico militare e ricercatore presso la Fondazione Museo della Shoa, è docente abilitato di Seconda fascia in Storia contemporanea. Svolge attività didattica anche presso università estere (Germania, Irlanda, Israele) oltre che la Sapienza a Roma. Fa parte del comitato scientifico degli “Annali” della Fondazione Ugo La Malfa. Autore di monografie e articoli, prende le mosse dalla storia del sindacalismo e incentra la sua ricerca sull’Esercito italiano durante la Seconda guerra mondiale e sulle persecuzioni antiebraiche in Italia.

Mario Boffo

Mediterraneo:  il femminile e le sfide del Golfo (Arabia Saudita e Yemen)

Diplomatico, inizia la carriera nel 1984 e la conclude nel 2016 in qualità di Ambasciatore presso l’Arabia Saudita. Svolge attività di consulente internazionale in ambito economico, geopolitico, istituzionale e tiene conferenze e lezioni presso università, accademie e associazioni culturali. È profondo conoscitore dell’area mediterranea e Mediorientale. È membro di alcune rilevanti associazioni operanti nel settore: Diplomatia, Omega, Istituto italiano di navigazione, Epheso.

Gianfranco Marcelli

Intesa Cina / Vaticano e le sue possibili ricadute geopolitiche sull’Europa e l’Africa mediterranea

Giovanissimo inizia a lavorare presso la RAI e approda alla stampa  nel 1973, presso la redazione del settimanale politico-culturale “la Discussione” fondato da Alcide De Gasperi. Giornalista professionista, dal novembre 1978, a inizio 1981 entra nella redazione romana de “Il Giorno”, diretto da Guglielmo Zucconi. A fine 1985 passa come Capo della Redazione romana ad “Avvenire”, negli ultimi anni con la carica ad personam di Vice direttore. In pensione dal 2015, collabora con “Avvenire” come editorialista e rubrichista su temi riguardanti l’Europa.

Luigi Maccagnani

ENI, Libia e Italia: rapporti istituzionali, politica e intelligence economica

Geologo, lavora per il gruppo Eni-Agip dal 1968 al 2002 concludendo la carriera come general manager. Dal 2002 al 2014 svolge attività di consulenza sempre nel settore petrolifero. Ha svolto le proprie mansioni principalmente all’estero, coprendo quasi tutti i paesi nei quali l’Eni è presente, dall’Indonesia all’Argentina, dalla Norvegia all’Algeria, Irak compreso. È profondo conoscitore della Libia.

Enrico La Rosa

Ammiraglio in pensione, già rappresentante italiano in gruppi di lavoro NATO per il supporto logistico alle forze impegnate in operazioni multinazionali di peacekeeping, e in seguito (anni Novanta) addetto militare in Algeria e ufficiale di collegamento tra la Marina italiana e quella bulgara. È presidente dell’associazione “OMeGA” (“Osservatorio Mediterraneo di Geopolitica e Antropologia”).

Giorgio Cecchini

La cooperazione civile – militare

Ufficiale forze di completamento e riserva selezionata con mansioni di responsabile tecnico logistico della “Brigata Granatieri di Sardegna”. Docente nel corso di elettrica della Sapienza, responsabile dei tirocini e master specialistici; relatore di tesi specialistiche. Responsabile Comitato tecnico presso Albo degli ingegneri di Roma sulle tecnologie a valenza duale civile / militare.

Giorgio Giombetti

Rotte e approdi del crimine: dal contrabbando di sigarette al traffico di esseri umani, armi, droga e petrolio. Crimine e pubblica amministrazione

Ufficiale della Guardia di Finanza in congedo dal 2018 dopo oltre 30 anni di servizio. All’attività investigativa, che gli ha procurato numerosi encomi, ha affiancato quella di insegnante per ufficiali e sottufficiali italiani e di polizie straniere. E’ membro della fondazione Antonino Caponnetto.

Stefania Limiti

Geopolitica e questione palestinese: il “lodo Moro”

Giornalista professionista e saggista,  si dedica a temi di attualità e di politica internazionale (terrorismo, crimine organizzato, massoneria). Ha lavorato per «l’Espresso», «Left», «La Rinascita della Sinistra» e «Aprile». Con il saggio “L’Anello della Repubblica” disvela l’esistenza di un servizio segreto parallelo operante in Italia dal dopoguerra ai primi anni Ottanta.

Marco Dotti

Giochi senza frontiere: crimine transfrontaliero, riciclaggio, gaming

Insegna Professioni dell’editoria al corso di laurea magistrale in Comunicazione dell’Università di Pavia. Giornalista professionista, si occupa di tematiche legate all’etica pubblica e all’impatto delle nuove tecnologie sul sociale con particolare riferimento al tema dei giochi d’azzardo e dell’impatto etico dell’intelligenza artificiale. È autore di saggi e scrive per la rivista “Vita”.

Massimo Graziani

Ascoltare e decriptare: infosfera criminale

Informatico, imprenditore, amministratore unico di “Soluzione PA”, società operante nei settori della business continuity, della contro sorveglianza, della cyber intelligence. Tecnico Forense Ausiliario di Polizia Giudiziaria presso diverse Procure della Repubblica. Consulente tecnico di parte per società nazionali e internazionali. Ufficiale dell’Esercito Italiano in congedo.

Luca Steffenoni

Criminologo, saggista e scrittore, svolge la sua attività di consulente e studioso in collaborazione con enti ed istituzioni nazionali e comunitarie. Partecipa a ricerche della Comunità Europea nel campo della prevenzione, della vittimologia, dei flussi migratori e della recidiva dei padri incestuosi. Si occupa tra l’altro di linguaggio e di comunicazione per campagne di sensibilizzazione sociale nei paesi europei. È stato redattore della rivista “Delitti & Misteri”, insieme a: Andrea G. Pinketts, Carlo Lucarelli e Massimo Carlotto. Ha pubblicato due libri con Gianroberto Casaleggio.

iscrizione tasto corso

Come?

Il corso è articolato in moduli corrispondenti a specifiche aree tematiche. Ogni conversatore approfondirà un argomento specifico e alla fine dell’esposizione si aprirà un dibattito tra i partecipanti.

Questo specifico corso è dedicato a Le politiche del Mediterraneo e avrà la durata di 60 ore complessive suddivise in tre sezioni, di 15 ore in presenza e 5 ore a distanza dedicate a:

  • Politiche Estere
  • Sicurezza
  • Difesa

mediterraneo geopolitica corso difesa

Articolazione didattica: Le unità didattiche su “Politiche estere”, “Sicurezza” e “Difesa” inizieranno a Novembre, e si articoleranno in incontri di tre ore in presenza, dalle ore 10 alle 13, due volte al mese, e 5 ore a distanza (è possibile richiedere il calendario dettagliato alla segreteria del corso).

A chi è dedicato?

Un percorso di condivisione di contenuti di alto valore per chi si interessa, per lavoro o per passione, ai temi della politica estera, della sicurezza e della difesa.

Funzionari della pubblica amministrazione, politici, giornalisti, manager, studenti, autori, imprenditori e militari sono alcune delle categorie che potranno apprezzare maggiormente questo percorso informativo.

Questo luogo di discussione è dedicato a chi vuole allargare la propria visuale sulle principali tematiche geo-politiche che riguardano il Mediterraneo e dialogare sui problemi che è necessario affrontare per costruire un paese più forte nella competizione globale.

Quanto costa?

Ricapitolando il partecipante al corso ha diritto:

  • 60 ore di lezione suddivise in
    – 45 ore di conversazioni tematiche in aula (massimo 18 persone)
    – 15 ore di approfondimenti (live, videoconferenza, incontri itineranti)
  • Tessera associativa annuale LAR/UPS con sconti per le principali attività organizzate
  • Segreteria sempre operativa per operazioni di informazione, iscrizione e tutoring

Bonus per chi si iscrive entro il 15 novembre “approfondimenti itineranti”:

  • 2 ore di approfondimento sulla NATO a cura di un Ufficiale dell’Esercito
  • 2 ore di approfondimento sull’Arma dei Carabinieri a cura di un Ufficiale dei CC
  • approfondimento sull’utilizzo di una piattaforma di monitoraggio dati open source intelligence

Contributo totale:

euro 800,00 + tessera associativa 35,00 euro.

Iscriviti entro il 15 novembre 2018 per accedere alle lezioni bonus  >clicca qui<

iscrizione tasto corso

Borse di studio:

Per il corso Le politiche del Mediterraneo sono disponibili 3 borse di studio che daranno accesso all’intero ciclo di incontri ed ai bonus di approfondimento.
Possono richiedere l’accesso a questo strumento gli studenti di corsi di laurea attinenti alle tematiche trattate dal corso (Storia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Intelligence e Sicurezza, etc).

Link richiesta borsa di studio  >clicca qui<

richiedi informazioni

Dove si svolge?

Sede: Viale Giulio Cesare 78 (Metro A- Ottaviano)

Segreteria didattica LAR/UPS

Telefoni: +39 06 37716304 – 06 37716363

Dal lunedì al venerdì ore 9.30-18.00

PARTECIPA

Contatta lo staff di Intelligence Collettiva.